Gite didattiche per le scuole (dalle scuole dell'infanzia alle superiori)

libera università di alcatraz gite scolasticheL’associazione culturale Libera Università di Alcatraz è in Umbria nel comune di Gubbio in provincia di Perugia, è stata fondata nel 1981 da Jacopo Fo; da circa venti anni propone alle scuole le proprie strutture per gite scolastiche e campi didattici nei quali affrontare le tematiche legate all’ambiente.

Alcatraz è situata in una vallata tra le colline, tra le quali scorre un torrente, circondato da prati, boschi e oliveti per una superficie totale di ca. 440 ettari nella quale è possibile muoversi in totale sicurezza e libertà. Si può considerare questo luogo come una grande aula all’aria aperta dove affrontare in maniera empirica, oltre che teorica, le attività proposte. Alcatraz, quindi, non è un semplice agriturismo, ma un villaggio ecologico e un centro culturale; le strutture e tutti gli impianti sono stati realizzati in modo da risparmiare energia e sfruttare le fonti rinnovabili e per questo è diventata un centro dimostrativo delle ecotecnologie. Per controbilanciare le emissioni di Co2 che una gita a Alcatraz produce vengono piantati una quantità di alberi sufficiente a riassorbire l’anidride carbonica liberata dai mezzi di trasporto. Fino ad ora sono stati piantati 370mila metri quadrati di nuovi boschi.

La struttura ricettiva dispone di 65 posti letto distribuiti tra la struttura centrale, casette di pietra e bungalows disposti sul fianco della collina. Il ristorante, utilizza solo materie da agricoltura biologica, oltre ad offrire una cucina mediterranea, può servire per dimostrare ai ragazzi che ciò che piace loro può essere migliore se cucinato con ingredienti di alta qualità. Ad esempio sarà possibile mangiare hamburger e patatine fritte in olio extravergine di oliva biologico, con salsa di ketchup biodinamica e maionese biologica.

Nella struttura è possibile usufruire di aule didattiche e laboratori, una palestra, un campo per la pallavolo e il calcetto, di due piscine, di cui una calda, sempre utilizzabile. 

 

Attività proposte

   

TEMI PROPOSTI

LE ENERGIE:

Definizione di Energia nella storia delle civiltà e nelle scienze; le sette forme dell’energia; le fonti energetiche primarie e secondarie; le energie non rinnovabili e rinnovabili (scelte consapevoli per il futuro); i consumi energetici in Europa e nel mondo (sprechi e pratiche virtuose); energia e guerre; sostenibilità e impatto ambientale nei trasporti, in agricoltura e nei più comuni gesti di tutti i giorni; l’energia dai rifiuti.

Conoscere le varie fonti di energia, discriminare gli usi più corretti, approfondire gli eventuali effetti collaterali sulla salute dell’uomo e dell’ambiente, imparare a ridurre gli sprechi, significa diventare dei cittadini più consapevoli. Adulti di domani che al momento opportuno sapranno compiere, con coscienza, scelte che potranno contribuire a mantenere l’ambiente più pulito e a favorire una più equa e lungimirante distribuzione delle risorse a disposizione.

LA NATURA:

Siamo connessi alla Natura da legami di vitale complementarietà. La terra sostiene, l’acqua disseta e lava, i vegetali nutrono, mettono a disposizione materie prime. Gli alberi purificano l’aria, grazie ad un “lavoro” che si protrae da millenni, la rendono respirabile; riciclano e trasformano i prodotti di rifiuto della respirazione umana!

Gli studenti saranno sollecitati ad attivare i cinque sensi e condotti ad affinare le capacità di percezione attraverso esercizi mirati ad acuire l’attenzione e a favorire il rilassamento. Sarà importante rilevare l’orientamento del terreno, la sua giacitura, le dimensioni, le specie erbacee, arbustive ed arboree presenti, le risorse di acqua a disposizione, il ciclo dei venti e tutto quanto sarà utile per ambientarsi al meglio con consapevolezza e rispetto.

 

        Lavoro praticato        

   Corrispondenze interiori   

Preparazione del terreno

attivazione risorse

 Recinzioni verdi

protezione

Piantumazioni

 ambientamento

Consociazioni

favorevoli potenzialità

Coltivazioni

cura delle relazioni

Raccolte

soddisfazione dei bisogni

 

Il contatto con le piante, ognuna con la propria fisionomia, il proprio carattere permetteranno percorsi riabilitativi perché le piante non fanno domande, non giudicano, si offrono per essere assistite e in cambio regalano fiori profumati e frutti colorati e gustosi che stimolano l’autostima di chi è disponibile a reciproche relazioni di cura. Nei diversi periodi dell’anno potremo attingere alle risorse disponibili in natura per varie attività collaterali alla coltivazione del nostro Orto-Giardino:

-preparazione di marmellate, conserve, essiccazione di aromatiche per infusi e bevande

-riconoscimento, raccolta ed utilizzo di erbe spontanee perché anche nei confronti dei vegetali ci sono pregiudizi: molte cosiddette malerbe sono preziose alleate della salute e significative sentinelle del territorio per chi saprà interpretarle.

I CAMBIAMENTI CLIMATICI:

Cambio di clima e ambiente; tempi della natura e tempi dell’uomo; un viaggio a ritroso nel tempo, “guardando” al territorio umbro e alle trasformazioni che ha subito durante le ere geologiche che si sono susseguite fino a giungere ai giorni nostri, per conoscere l’impronta delle attività umane in ambito agricolo, nei trasporti, nell’industria, nei consumi, per attivare una riflessione critica ed informata circa l’impatto delle nostre azioni e dei nostri stili di vita sull’ambiente e come tutto ciò possa influire negativamente sui cambiamenti climatici. Fornire ai ragazzi gli elementi utili e necessari per poter formulare con competenza una personale idea ragionata circa i cambiamenti climatici e sapere discernere tra le naturali evoluzioni del tempo e le azioni umane.

L’ALBERO MAESTRO:

L’albero sarà l’oggetto principe delle nostre osservazioni. Sarà presentato nella sua veste di elemento fondamentale del paesaggio naturale per gli innumerevoli compiti che svolge nell’ecosistema. “Quello che ascolto dimentico, quello che vedo ricordo, quello che faccio imparo”. Perciò i bambini ascoltano fiabe, leggende, miti, proprietà e curiosità che riguardano i nostri amici verdi e poi possono toccare, annusare e in diverse occasioni utilizzare insolite risorse per comporre oggetti di artigianato creativo.

L’ACQUA:

L’acqua come ordine, come opportunità di sviluppo biologico, come volano di progresso storico e di grandi civiltà, come elemento purificatorio nelle pratiche religiose, come protagonista imprescindibile delle più diverse cosmogonie e come forza che contribuisce a disegnare e a scolpire le differenti geografie del nostro pianeta. Acqua che percorre i vari ambienti e li connette; unico elemento che cambia e si materializza in diversi stati d’essere e in vari modi trasporta, eleva, nutre, stilla, si raccoglie, si utilizza come fonte energetica.

LA FATTORIA DIDATTICA IL CANTO DELL’ASINO:

Si tratta di una particolarissima iniziativa, al centro della quale si trova l’asino. Il parco di circa 11 ettari è recintato e al suo interno si trovano l’aula didattica con servizio per i disabili, il maneggio e le stalle, i sentieri poderali che portano all’uliveto e a prati adibiti a pascolo. L’asino, animale un tempo impiegato nei lavori agricoli e per il trasporto, qui viene allevato per essere inserito nei percorsi di onodidattica e pet therapy. L’asino si offre ai bambini un’opportunità di divertimento, di curiosità, di coinvolgimento, di gioco, di stupore, di attenzione, fa sì che la partecipazione renda il gruppo attore attivo del processo formativo; l’intento è quello di rafforzare il senso di condivisione, eguaglianza, diversità, affezione. Le attività educative promosse con l’asino sono tante: educazione emozionale, cognitiva, sensoriale, motoria, all’autostima, alla comunicazione. La lentezza, la pazienza, la discrezione dell’asino, permette, durante le attività, un ritmo rilassato e tranquillo, immersi in un ambiente silenzioso e circondati dalla natura. Accanto allo “stare con l’asino” è possibile organizzare anche i laboratori dalla lana al feltro, sinergia dell’orto, la musica in natura.

MANGIANDO... S’IMPARA:

Presentare e avviare al riconoscimento delle essenze vegetali che crescono spontaneamente nel territorio e che possono rappresentare una risorsa alimentari di alto valore nutritivo per i principi attivi, le vitamine, i sali minerali in esse contenute. L’alimentazione con i prodotti industriali. L’importanza di saper leggere le etichette per riconoscere additivi, coloranti, conservanti, acidificanti, grassi idrogenati.

Laboratori:

- Preparazione, a seconda della stagione, di ghiaccioli, budini, gelati, utilizzando prodotti naturali e confronto del gusto, colore, aspetto con gli stessi prodotti preparati industrialmente.

- Panificazione dal seme al pane la farina integrale, semi-integrale, raffinata, l’impasto e l’azione del lievito, fabbricazione di pani di varie forme.

- La cucina a km zero: raccolta di erbe spontanee e prodotti dell’orto, per preparare insieme cibi tradizionali.

IL CANTO CORALE:

il canto come fonte creativa e di benessere. Il coro come legame sociale e condivisione. Il canto racchiude in sé una molteplicità di espressioni artistiche: parola, musica, movimento. Proprio la parola, il canto e il movimento, non avendo la necessità di dipendere da oggetti esterni, sono, non a caso, le prime forme espressive che l'uomo mette istintivamente in atto per manifestarsi e comunicare. Nel cantare in coro si affianca il fattore sociale, il canto diviene accoglienza, strumento di aggregazione, di rafforzamento dei legami sociali. La sincronizzazione del respiro e della parola cantata unisce, stimola la sintonia emotiva, riduce lo stress e potenzia la consapevolezza di sé con gli altri. Sotto il profilo squisitamente culturale dà la possibilità di venire a contatto con i vari stili musicali e epoche storiche.

IL TEATRO:

Il laboratorio teatrale è il luogo dove il bambino come l'adulto, incontra se stesso e gli altri in un mondo nuovo, più autentico e più libero, consapevoli che dietro l'improvvisazione di un gioco espressivo, si possono manifestare parti di noi, come sentimenti ed emozioni che potrebbero altrimenti rimanere bloccati. Questi laboratori teatrali intendono offrire ai bambini un'occasione per relazionarsi con gli altri e dare sfogo alla libera creatività. Il teatro è visto come uno strumento in grado di stimolare e allargare i meccanismi creativi e comunicativi del bambino. In questo modo, utilizzando lo strumento della scrittura creativa sarà possibile elaborare un vero e proprio testo teatrale completamente realizzato dai ragazzi.

I GIOCHI DI FIDUCIA E DI RELAZIONE:

Si tratta di uno stile di gioco basato sull’accettazione, sulla conoscenza reciproca e sull’affiatamento in cui ciascuno può trovare un senso comunitario e un migliore equilibrio con il gruppo e il gruppo può trovare sempre nuovi obiettivi comuni da raggiungere creando un clima di fiducia e rispetto reciproco nel quale può crescere l’autostima di ognuno. Lo stile del gioco determina la differenza tra giochi di relazione e non. All’interno di un gioco di relazione ogni partecipante dà inizialmente nella misura in cui è capace e viene 

stimolato dal gruppo a dare di più nel momento in cui si ampliano gli obiettivi comuni del gruppo stesso. La sfida, in ogni caso, non è mai con gli altri, ma con se stessi, perché l’obiettivo finale è lo stare bene all’interno del gruppo e il condividere con gli altri lo stare bene del gruppo stesso. Ecco perché alla fin fine la cosa più importante diventa il fatto stesso del giocare e non il risultato finale del gioco.

DISEGNO, GRAFICA, FUMETTO E WEB DESIGN

Fumetto: introduzione alla tecnica grafica. La storia dell’evoluzione di questa forma d’arte così antica eppure contemporanea. Verranno messe a confronto le striscia di Mafalda e dei Peanuts con il fumetto vero e proprio, le storie di Tex Willer e Hugo Pratt ovvero il fumetto seriale e il fumetto d’autore. Nella parte pratica e tecnica verrà affrontato lo sviluppo di uno storyboard, l’importanza dell’inquadratura e del lettering e dell’utilizzo di tutti gli strumenti di disegno.

Il disegno e la pittura: trovare lo strumento adatto per ognuno nella pittura e nel disegno è fondamentale per realizzare al meglio le idee creative. Dall’acrilico alla cera, dal pennarello alla china, dalle matite alla tempera fino ad arrivare alla pittura ad acquarello o a olio, considerandone le caratteristiche e le particolarità per utilizzarle al meglio.

Che differenza c’è tra disegno e grafica? Come nasce un logo, come si sviluppa in diverse versioni pur mantenendo la stessa idea di base, la sua presentazione al committente e le sue applicazioni.

Web design: da Photoshop a una pagina web, non basta l’elaborazione di un’immagine per catturare l’attenzione del pubblico del web dove l’offerta è molto ampia e il tempo che si dedica a una pagina è in media meno di tre secondi. L’obiettivo è capire i meccanismi della comunicazione grafica del Web e scoprirne le peculiarità.

COME TI PLASMO UN VIDEOGIOCO:

Illustrazione delle tecniche per la realizzazione di un videogioco. I personaggi necessari verranno creati con la plastilina e fotografati, i fondali verranno disegnati e acquisiti e i suoni del gioco verranno suonati e registrati con oggetti di uso comune e/o strumentazione elettronica di semplice utilizzo.

Si terminerà con la pubblicazione on-line di un sito in cui sarà poi possibile sfidarsi da casa nel gioco realizzato. Gli incontri proposti in questo progetto sono ideati, in modo da sviluppare abilità manuali già presenti o potenziali nel gruppo. Tramite l’avvincente stimolo della realizzazione di un videogioco emergono abilità scultoree, pittoriche, musicali o fotografiche.

ORIENTEERING:

Conoscenza della cartografia dell’Istituto Geografico Militare (IGM) e riconoscimento della morfologia del suolo dalla cartografia. Gli strumenti per orientarsi; la bussola, come è fatta e come funziona. Esplorazione del territorio con la carta geografica e escursioni nel bosco per il raggiungimento dell’obiettivo.

IL TEMPO E LO SPAZIO NELL'ANTICHITÀ:

Come si fa a trovare il nord geografico esatto senza avere la bussola? Come si calcola l'ora precisa senza avere un orologio digitale o meccanico? Che ha a che vedere il tempo con lo spazio? L'attività prevede, tra l'altro, la progettazione e la costruzione di un orologio solare regolabile, il calcolo dell'ora notturna tramite l'osservazione delle stelle e lo studio del calendario antico.

IL LATINO ATTRAVERSO I DOCUMENTI ORIGINALI:

Nessun'opera dei classici è un documento originale, non abbiamo l'originale delle orazioni di Cicerone, dei versi dell'Eneide di Virgilio o delle poesie di Catullo, gli unici originali di cui disponiamo sono le scritte che troviamo incise e dipinte sulla pietra e che spesso ancora costellano le nostre città. Incastonate in un muro o incastrate in un pavimento, quelle scritte furono realizzate direttamente dalle mani dei nostri antenati e sono giunte fino a noi senza nessuna mediazione. Sarà con documenti di questo tipo che ci accosteremo al latino. L'attività prevede un'uscita in cui i ragazzi mettono in pratica quanto appreso attraverso una sorta di caccia al tesoro sulle tracce di iscrizioni e, più in generale, "segni" storico-archeologici. Per seguire l'attività NON è necessario che i ragazzi abbiano già avuto un'introduzione alla lingua latina.

DIPINGIAMO I GEROGLIFICI EGIZI:

Vere e proprie rappresentazioni immaginifiche del pensiero, che venissero incisi su un obelisco o sulle colonne di un tempio, che fossero dipinti sulle pareti di una tomba o su un rotolo di papiro, l'importante è che i segni di uno dei sistemi più antichi di scrittura fossero innanzitutto belli a vedersi. L'attività prevede da un lato l'apprendimento dei rudimenti per poter leggere semplici documenti in egiziano antico, dall'altro un laboratorio artistico per produrre i geroglifici stessi.

LA CACCIA AL TESORO COME METODO DIDATTICO

Per lo svolgimento di alcune attività si propone di utilizzare La caccia al tesoro, strumento didattico eccezionale che permette ai ragazzi di mettere in pratica quanto appreso alleviando la pesantezza a volte insita nello studio, sollecitando in essi la curiosità tramite l'osservazione sia del contesto sia dei particolari, il senso dell'orientamento nello spazio e nel tempo, l'utilità e il divertimento dato dalla collaborazione, lo stimolo a migliorarsi che viene dal gioco e dalla competizione. Se la caccia al tesoro è ambientata intorno a certi monumenti, anche naturali ovviamente, la cornice stessa, il quadro in cui si gioca, assume un valore quasi inestimabile.

ESCURSIONI

A completamento del percorso scelto o in maniera autonoma è possibile progettare escursioni, anche guidate, ad Assisi, Perugia, Gubbio, mete raggiungibili in pochi minuti, visitare i tanti castelli medievali dei quali sono punteggiate le colline o altre mete turistiche come “La Scarzuola” o le Grotte di Frasassi.

NB: Per queste escursioni sono previste tariffe a parte comprese di trasporto.

INFORMAZIONI UTILI PER GLI INSEGNANTI

I temi che proponiamo possono essere sviluppati nell’arco di una giornata o approfonditi in più giorni (da 2 a 5), così come è possibile scegliere di giustapporre argomenti diversi per formulare un programma personalizzato sulla base delle proprie esigenze didattiche. I percorsi sono stati pensati per essere trattati anche in modo diacronico, cioè nel loro cambiamento dal mondo antico ad oggi.

Per questo Alcatraz mette a disposizione diverse figure professionali che sono in grado di produrre un programma articolato: ecologisti, musicisti, informatici, attori, registi, storici dell’arte, archeologi, architetti, cuochi, nutrizionisti. Le attività si svolgeranno in 6 ore giornaliere, in moduli di 3 ore la mattina e il pomeriggio.

Di seguito un elenco di attività collaterali che è possibile inserire nel programma della gita scolastica per arricchire ancora di più la proposta didattica.

 

 ALTRE ATTIVITA' POSSIBILI A ALCATRAZ 
Laboratorio Artistico "Il Bosco Fantastico di Alcatraz"

Alcatraz è anche un Parco Museo a cielo aperto, Il Bosco Fantastico è un percorso attraverso i sentieri per scoprire installazioni artistiche ed altre creazioni di Eleonora Albanese, Jacopo Fo, Dario Fo e degli amici e degli ospiti di Alcatraz. E' possibile inserire all'interno del programma della gita scolastica anche uno spazio dedicato alla progettazione e costruzione di una installazione per il Parco Museo di Alcatraz, inoltre mettendosi d'accordo con il nostro staff per i materiali da utilizzare si può organizzare un percorso artistico che parta prima dai banchi di scuola e si concluda poi con la gita durante la quale si costruirà materialmente la scultura progettata in classe. 

Lezione di Yoga Demenziale con Jacopo Fo o un suo stretto collaboratore 

La vita è una roba tutta da ridere: le endorfine prodotte da una bella risata rassicurano, tranquillizzano e ringiovaniscono la pelle, perchè si libera un’ energia vitale più profonda. Questa è una delle basi dello Yoga Demenziale, disciplina che ha scelto come maestri spirituali, la gioia e il piacere. E’ possibile modificare la percezione di sè stessi attraverso una serie di semplici esperimenti che ogni partecipante può realizzare facilmente ricavandone stupore, divertimento e curiosità.
Muoversi ed applicare la propria forza in un certo modo permette di scoprire meccanismi insospettabili che regolano l'uso dei muscoli, l'equilibrio, il respiro, le sensazioni e l'uso delle proprie energie. Maggiori info sullo Yoga Demenziale...

Lezione di Arte Zen con Eleonora Albanese

Pittura libera a ritmo di musica, lezione-gioco durante la quale gli studenti potranno liberare la loro espressività creativa dipingendo su grandi fogli di carta avendo a disposizione pennelli di ogni misura, colori a tempera in grande quantità e pennarelli. Matita e gomma da cancellare sono bandite per dare libero sfogo alla spontaneità artistica, per imparare che ogni segno fatto sul foglio, anche se ci sembra sbagliato, può essere riutilizzato per nuove forme e dare così vita a una meravigliosa opera d'arte.   

Lezione di Scrittura Creativa con Gabriella Canova

Sviluppare quel che i ragazzi già fanno tra di loro quando chiacchierano raccontando cosa è capitato e cosa vorrebbero che capitasse. Si parte dal linguaggio parlato, dalle sue strutture semplici e si inizia a notare il risvolto comico della semplice traduzione scritta del racconto verbale. La lettura collettiva degli scritti è poi un’esperienza comica e socializzante. Offrire la chiave per poter comunicare con le parole scritte apre a un rapporto reattivo con la società, dà fiducia.

La storia della Comicoterapia e i  Giochi di Patch Adams con Jacopo Fo e Gabriella Canova (2 lezioni)

Patch Adams, straordinario medico statunitense ha fatto dell’essere clown al servizio degli ammalati la ragione della sua esistenza. Ci insegna che nella vita si può scegliere di seguire le proprie aspirazioni e passioni e così essere felici. Alcuni giochi divertenti e il racconto di una vita straordinaria costituiscono questa lezione.

 

Tariffe per le Gite Scolastiche e Campi Scuola ad Alcatraz

 

• TARIFFE PER LE ATTIVITÀ:  € 13,00 al giorno a ragazzo/bambino
• TARIFFE PER IL SOGGIORNO (pensione completa + pernottamento): 

 

Gruppi superiori a 30 unità
Tariffe giornaliere a persona
(minimo 2 giorni di permanenza)
Ragazzi fino a 16 anni € 45
Ragazzi dai 16 ai 19 anni € 50

 

Gruppi inferiori a 30 unità
Tariffe giornaliere a persona
(minimo 2 giorni di permanenza)
Ragazzi fino a 16 anni € 47
Ragazzi dai 16 ai 19 anni € 52

 

- E' prevista 1 Gratuità ogni 25 persone

- I prezzi comprendono la pensione completa per i ragazzi con sistemazione in camere a 3-4 letti

- Tutte le camere sono riscaldate e provviste di bagno, vasca o doccia e acqua calda.

- I prezzi sono comprensivi di I.V.A.

- Le bevande sono escluse (per l'acqua naturale è presente al ristorante un fontanello per riempire brocche e borracce gratuitamente)

- Possibilità di PRANZO AL SACCO che sostituisce quello di pensione completa.

- I servizi non elencati non sono inclusi

- Questi prezzi non sono validi nei periodi di alta stagione, che in caso vanno contrattati direttamente.

- È indispensabile una caparra del 30% all’atto della prenotazione.

La struttura ricettiva

Zona TorreLa libera Università di Alcatraz, trovandosi a 25 Km da Gubbio e Perugia e a 35 Km da Assisi, è ideale come base per la visita di queste meravigliose città.
La posizione di Alcatraz la rende facilmente raggiungibile da tutta l'Italia sia in treno che in autobus (siamo a 7 Km dalla superstrada, 18 Km dalla stazione ferroviaria; tre ore di viaggio in bus da Roma o Firenze e a 4 ore da Bologna.

Inoltre offriamo ottime garanzie di sicurezza per il maggior svolgimento della gita. Circondata da un parco di 400 ettari di boschi e oliveti non espone i nostri allievi a nessuna delle eventualità negative verificabili in un soggiorno in città. 

Ad Alcatraz non ci sono pericoli, non ci sono strade trafficate, non ci sono estranei ed attrazioni che possano creare i soliti problemi di una gita scolastica. Nei boschi a perdita d'occhio il massimo di stress che vi possa succedere è incontrare un capriolo uscendo dalla vostra casetta.

E' possibile fare gite di un giorno con arrivo al mattino, tre/quattro ore di lezione, pranzo biologico, merenda e partenza nel tardo pomeriggio, o fare gite di più giorniAlcatraz dispone di circa 65 posti letto distribuiti tra la struttura centrale, le casette in pietra colorate e le camere in zona Torre Medievale ed in zona Casa Bassa. Le classi possono scegliere tra un’ampia gamma di attività costruendo la gita didattica a proprio piacimento.

Esempio di soggiorno 3 giorni e 2 notti (gruppo inferiore a 30 unità, ragazzi sotto i 16 anni).

Totale €120,00 a ragazzo viaggio escluso.

   

                      1° giorno                                         2° giorno                                    3° giorno               

Ore 14,00 - 15,00 arrivo e sistemazione.

Ore 16,30 prime 3 ore di attività.

Ore 20,00 cena a buffet.

 

Ore 9,00 colazione a buffet.

Ore 9,30 passeggiata nel bosco.

Ore 11,00 attività fino alle 12,30.

Ore 13,00 pranzo a buffet.

Ore 16,00 attività fino alle 19,00

Ore 20,00 cena a buffet.

 

Ore 9,00 colazione a buffet.

Ore 9,30 attività fino alle 12,30.

Ore 13,00 pranzo a buffet.

Partenza.

 

Per informazioni, un programma dettagliato e personalizzato, scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure chiamare Barbara 3356265209 o Manuela 3479163094. 

 

  • 1012755_10151644326297626_1124367949_n
  • struttura centrale
  • il pane
  • arte zen
Clicca sulle immagini per guardare tutte le foto!
  
Articoli che potrebbero interessarti:

 

 

 

 

Google Map - Dove Siamo

Questo sito utilizza cookie di profilazione per inviare messaggi pubblicitari mirati. Il sito utilizza anche cookie di terze parti a fini statistici. Se accedi a qualunque elemento sopra questo banner acconsenti all'uso dei cookie. Per capire meglio l'uso che facciamo dei cookie leggi la nostra Politica di gestione Privacy..

Accetto i cookie di questo sito

EU Cookie Directive Plugin Information